Anche se in chiave ironica, l’importanza dell’argomento è data dall’intensità dei contenuti,  per questo motivo ci gratifica essere una delle vetrine di presentazione degli splendidi libri di questa Autrice, racconti di vita utili a rendere reattivo chi finora è stato semplice osservatore a causa della propria disinformazione, a educare chi della propria vita inconsapevolmente ne è stato vittima, a sensibilizzare l’essere umano sulla violenza di genere. Desidero esprimere la mia gratitudine a Stefi Pastori Gloss. (Andrea Sciavarrello)

Sceneggiatrice nei Novanta per Benvenuti, Verdone, Brizzi, nonché battutista di Carlo Verdone (sue le più schifosamente maschiliste), lettrice sotto contratto, redige un blog di recensioni e un podcast radiofonico.

A causa di un ex partner diventa Gloss, Gruppo di Lavoro e Osservatorio Sessismo e Stalking. Nel 2013 esce CORPI RIBELLI, resilienza tra maltrattamenti e stalking, in vendita alla seconda edizione qui:

https://stores.streetlib.com/stefi-pastori-gloss/corpi-ribelli-resilienza-tra-maltrattamenti-e-stalking

La rivista online Dol’s vara la sua carriera da novellatrice contro gli stereotipi. Oltre alla raccolta di questi racconti che l’editore per cui è sotto contratto come lettrice dovrebbe pubblicare nel 2019, ha una nuova silloge poetica in corso di valutazione presso un’altra casa editrice, e ha avviato il suo primo romanzo ambientato durante la II Guerra Mondiale.

Anche chi non sa l’inglese, conoscerà l’espressione STANDING OVATION, utilizzata per descrivere il fragoroso omaggio del pubblico tutto in piedi per un artista.

STANDING OVULATION, le donne sono superiori agli uomini, anche nella violenza, tratta argomenti come violenza delle donne sugli uomini, omofobia, affido condiviso, sottrazione di minori, pornografia del sentimento, ISIS e sesso. E’ la rielaborazione di un blog contro le violenze di genere, negli ultimi due anni seguito da oltre duemila persone e su Twitter da oltre un centinaio, tra cui Renzi e Boldrini.

Nel corso di 9 anni di studi, ricerche e sangue nell’ambito dei maltrattamenti in famiglia, delle violenze di genere, del sessismo, dello stalking, la competenza dell’autrice Stefi Pastori, detta Gloss, ovvero Gruppo di Lavoro e Osservazione Sessismo e Stalking, si è evoluta, grazie a una rete di relazioni umane che comprende anche uomini violentati dalle donne.

PAPÀ NEGATI, prendendo spunto da vicende reali, sempre più uomini sono vessati dalle loro ex quando si tratta di permettere le visite ai figli.

SESSO E SOCIETÀ, partendo da fatti di cronaca, narra di come cambia il nostro rapporto con il sesso nell’ottica dell’evoluzione e/o involuzione della Società.

DONNE RESILIENTI, FAMOSE E NON, meglio parlare di modelli cui ispirarsi che non di ecchimosi.

FEMMINISMO, nonostante le apparenze, ce n’è ancora bisogno.

IL FANTASMAGORICO ALLOGGIO POPOLARE, la ricerca di un alloggio a basso costo per una donna reduce da distruzione familiare, narrata con ironia e modi d’uso in 10 mesi tra graduatorie,  uffici comunali e addetti impreparati.

Preziosa la prefazione scritta dal professore Marino Maglietta, che ci pregiamo di proporvi come breve anteprima del libro:

“Ho aderito volentieri all’invito dell’autrice a stendere una nota di presentazione di STANDING OVULATION prima ancora di averlo letto, essendo consapevole dell’approccio e degli scopi del l’opera.

A maggior ragione con lo stesso spirito lo faccio adesso concretamente, dopo avere apprezzato lo sforzo di obiettività, tanto più meritevole in quanto spesso ha obbligato l’autrice a prendere posizioni contrarie alla sua esperienza personale. Esistono, in effetti, una miriade di testi sulle sofferenze da separazione, prevalentemente scritti da padri separati che lamentano il proprio calvario, imposto da un diritto sessuato, condizionato da stereotipi di genere, impregnato di ideologia e accompagnato nel vissuto quotidiano dalle conseguenti impunite angherie di ex vendicative, punitive e alienanti. Così come non mancano le testimonianze di donne maltrattate, vittime di violenza in tutte le sue molteplici forme, quanto meno adesso confortate da una generale solidarietà e da un’elevata attenzione, anche se non di rado motivata impropriamente da considerazioni di opportunità “politica”.

Mancava, invece, una voce che saltasse gli steccati e si presentasse capace di cogliere le ragioni degli uni e delle altre, probabilmente convinta, come chi scrive questa nota, che nei problemi della famiglia o di coppia – escluse le situazioni estreme – non si superano le difficoltà se non cercando soluzioni globali, che accolgano come meritevoli di considerazione e di tutela tutti gli aspetti che fanno soffrire ciascuna componente.

Arriva, dunque, oggi quest’opera da parte di una persona che, partita come scrittrice con l’esporre solo il punto di vista femminile, ovvero il manuale per uscire dalle violenze intrafamiliari e le storie di donne maltrattate CORPI RIBELLI, ha poi metabolizzato la propria esperienza avvicinando con successo l’altra metà del cielo, accogliendo e abbracciando altre forme di dolore.

Che questo piccolo grande libro possa volare.

Marino Maglietta”

L’Autrice desidera esprimere i seguenti ringraziamenti:

Ai professionisti impegnati nel contrasto alle violenze di genere che dal 2007 mi insegnano tutto ciò che so sull’argomento, come il Dr. Ruggero Cagninelli, ex commissario capo del Nucleo Tutela Donne e Minori della Polizia Locale di Milano, il Prof. Paolo Giulini, criminologo clinico e la  Dr.ssa Cavalli, psicologa, entrambi del CIPM di Milano, il Procuratore della Repubblica Pietro Forno, Spagno, Red, Moon, Blek, Hammer, Ben Grimm (il primo che mi fece notare quanto gli uomini siano soggetti a violenza da parte delle donne) e i BACA tutti, gli avvocati Nicky Persico antesignano di antistalking, Andrea Falcetta smascheratore di loschi traffici nelle case famiglia del sud Italia, Dante Davalli investigatore privato contro la pedofilia.

Ad amici e conoscenti, che con le loro FORTI esperienze di vita, mi hanno ispirato alcune delle considerazioni riportate qui, mia mamma Maria Luisa Rozzoni e mio fratello Fabio, il mio ex marito David Rostan, l’attivista cattolico  Dr.Ernesto Emanuele, Maurizio Gioglio detto Epossidico, Davide Fregoni, Lorena De Palma, Ermanno Gnecco, il giornalista di sesso insolito Ayzad, Serafina Ignoto spacciatrice di letture femministe, la prefatrice del mio primo saggio CORPI RIBELLI suor Margherita De Blasio, Loredana Mengo, Fabio Ferrara che mi introdusse al Buddismo di Nichiren Daishonin, la Pastora evangelica Laura Pezzoli, Maria cui fu negata un’IVG, il Franck Barbieri, detto Barbè, l’imprenditrice agricola Mitti Cardone, Cristina Fanutza, , Andrea Ferroni, Roberto De Filippis, Fausto Bongiovanni, i Poliamorosi del gruppo di Dating, Alberto Procacciante, Marco Marras Casu, giovane fossile fra le Drag Queen liguri, Alessandro Doria, Riccardo Cavallini e Lorenzo Masili, attivissimi a tutela dei diritti degli omosessuali ognuno nel loro campo di influenza, la casa editrice Kimerik, che consentì la pubblicazione di CORPI RIBELLI, le donne maltrattate che mi maltrattarono.

A influenti opinionisti che tanto materiale di ricerca e approfondimento mi hanno inconsapevolmente dato, la giornalista Dr.ssa Irene Vella che alimenta la mia convinzione sull’esistenza della sorellanza tra donne, nonostante tutto, la giornalista Lorella Zanardo, Selvaggia Lucarelli, il Dr. Niccolò Boggian, il Dr. Betto Liberato, la Dr.ssa Betti Marenko, Carmen Pugliese, PM di Bergamo, Carolina Palma, trib. Minori di Palermo, Barbara Bresci, trib.Sanremo, Jacqueline Monica Magi, Procuratrice della Repubblica a Pistoia, la presidente dell’Associazione Giuriste Italiane Clara Cirillo, la giornalista RAI Valentina Noseda, le Docenti e Corsiste di DONNE, POLITICA, ISTITUZIONI, presso l’Ateneo Bicocca a Milano, le docenti australiane Carleen M. Thompson, Susan M. Dennison and Anna L. Stewart, il Dr. Matteo Pucciarelli, giornalista, la Dr.ssa Martha Estela Pérez, studiosa dei femminicidi a Ciudad Juárez in Messico.

Ai professionisti della comunicazione, che diedero e danno tutt’ora tanto spazio alla lotta contro le violenze di genere,  la promotrice culturale Isabella Di Liddo, che ha saputo coinvolgere tra i tanti il Dr. Pinuccio Rana, giornalista di spicco, il giornalista Dr. Antonio Calisi, la criminologa Dr.ssa Chicca Latronico e Dr. Nicola Melfi, suo capo redattore per la diretta radiofonica su RadioWeb della Basilicata. le giornaliste Dr.ssa Michela Ferrara e Isabella Battista.
E Don Ettore De Faveri, direttore di un periodico locale in Val di Susa (TO), il Dr. Giorgio Brezzo suo redattore.

Alle donne lapidate nei Paesi Arabi, alla pittrice Artemisia Gentileschi, all’astronauta Samantha Cristoforetti, all’olimpionica poliomielitica Wilma Rudolph, alla sig.ra Franca Viola che si ribellò al matrimonio riparatore, alla collega Prof.ssa Antonella Caprio, autrice del testo teatrale QUESTA STORIA SBAGLIATA, come esempi preclari e resilienti di femminismo.

A tutte queste persone non vanno i miei ringraziamenti. Perché li ho già diffusamente ringraziati di persona.

A Renzi e Boldrini, che seguivano via Twitter il blog da cui è nato questo saggio, grazie.

Ma soprattutto la mia eterna gratitudine va al Prof. Marino Maglietta, che tanto ha contribuito ad affinare e approfondire questa opera acerba e che si è così fidato da farmene la prefazione.

Print Friendly, PDF & Email