“Io, non so disegnare”

    “Io non so disegnare” E’ l’asserzione che spesso sentiamo dire quando si parla d’arte, la verità è, che quando siamo nati non sapevamo neanche scrivere, però, a scuola la scrittura è il primo insegnamento utile alla comunicazione. Eppure se riflettiamo sull’argomento, il primo metodo di comunicazione prima ancora…

Leggi tutto

Corpi Ribelli – Resilienza tra maltrattamenti e stalking – Parte prima

Pochi anni addietro, presentai il libro “CORPI RIBELLI – resilienza tra maltrattamenti e stalking” di Stefi Pastori Gloss, un manuale di resilienza utile a chi soffre la prepotenza altrui, a chi spesso non ne conosce le vie di fuga, a chi pensa che la violenza sia solo fisica, a chi…

Leggi tutto

Giuseppe Finocchiaro D’Inessa, tra semplicità e Luce Divina

G. Finocchiaro D’Inessa “Quando ho incontrato per la prima volta D’Inessa? Quando l’ho conosciuto? Forse ieri, forse in un giorno lontanissimo. Certo è da sempre che recepisco il suo modo semplice, piano, pieno di desiderio e d’illuminazione di discorrere delle cose dell’arte; e insieme quel suo volgersi al mondo dell’infanzia, della…

Leggi tutto

Centro Virtuale Arte Nunzio Sciavarrello

Centro Virtuale Arte Nunzio Sciavarrello

 

Centro Virtuale Arte Nunzio Sciavarrello, è una galleria virtuale d’arte, dedicata all’Artista siciliano, Nunzio Sciavarrello.

Chi è Nunzio Sciavarrello

Il professore, è stato il fondatore del Liceo Artistico, dell’Istituto d’Arte, dell’Accademia delle Belle Arti di Catania e dell’Istituto per la Cultura e l’Arte.

Le sue collezioni private d’arte offerte in donazione a Enti e Comuni, hanno dato vita a Pinacoteche, Gallerie d’Arte e Biblioteche.

Ha impegnato la propria vita per l’arte,  incoraggiando i giovani ad approfondire le loro conoscenze. Offrendo loro l’opportunità di un confronto con i grandi maestri.

L’iniziativa di Centro Virtuale Arte Nunzio Sciavarrello

Quindi, l’iniziativa di Centro Virtuale Arte Nunzio Sciavarrello, nasce da questo spirito.

Creazione di eventi artistici che hanno quale destinatario il cultore d’arte, o, l’essere che spesso finisce per trascurare il compito preminente: la formazione dell’uomo.

Non sono mancate quindi iniziative con propositi culturali e largo dispendio di energie, ma non sempre i risultati sono apparsi positivi.

In realtà in questo contesto, quel che si è trascurato è proprio l’uomo.

Unico artefice del proprio esistere con autentica consapevolezza.

Spesso, nonostante l’accumularsi di buone intenzioni, l’uomo finisce col rimanere mortificato o estraniato. L’istituto pragmaticamente non nasce con programmi velleitari.

Suo scopo statutario è di sostenere lo sviluppo della cultura e di promuovere la nascita e la crescita di raccolte d’arte, presentazioni, ed eventi,  che documentino le tradizioni.

Traguardi Raggiunti

A questo riguardo esiste già un qualificato patrimonio artistico. Un esempio è la biblioteca dei libri editi fuori commercio provenienti da enti o da privati.

La Pinacoteca d’Arte Italiana del Novecento,

Oggi Pinacoteca “Nunzio Sciavarrello” nata da una raccolta personale del professore e donata alla città di Bronte (CT).

La Pinacoteca dono alla Provincia Regionale di Catania.

Oggi Pinacoteca “Nunzio Sciavarrello” della Città Metropolitana di Catania, una raccolta privata di ritratti e autoritratti, realizzati da diversi artisti dietro invito del professore.

Il Museo di Scultura all’Aperto, presso la Ducea Nelson di Bronte

Il nostro sito

Centro Virtuale Arte Nunzio Sciavarrello utilizza questo spazio web, per la diffusione dell’arte e della cultura.

 Pittura, scultura, fotografia, scenografia, oggettistica, installazioni, musica, presentazioni di libri e quant’altro comprenda la parola “arte”, devono essere alla portata di tutti, è nostro dovere offrire ai giovani la possibilità di osservare, consultare, ascoltare l’arte in qualsiasi momento della quotidianità. Perché l’arte non sia un’alternativa, ma un’integrazione alla crescita dell’essere umano.

**********

“Si ricorderà che a Catania (pur essendosi provato con flebili tentativi), negli anni Quaranta non c’era neppure una scuola serale di disegno.

Da ciò nacque l’esigenza di promuoverle. Cominciammo con l’Istituto d’Arte (il più pratico professionalmente).

Su mia sollecitazione, con l’adesione dei pittori Giuseppe Giuffrida e Francesco Ranno e dello scultore e critico d’arte M. M. Lazzaro.

Con l’apporto determinante di Antonio Prestinenza direttore del quotidiano La Sicilia.

Dopo estenuanti battaglie, nel 1950 ne venne accordata l’istituzione.

Successivamente, per portare a compimento il mio proposito ottenni l’istituzione del Liceo Artistico (1964) prima e dell’Accademia di Belle Arti (1967) poi.

Fatica estenuante.

Non potevamo abbandonare i problemi di fondo e prettamente culturali: le manifestazioni d’arte e la galleria d’arte moderna e contemporanea.”

(1985, Nunzio Sciavarrello)

**********

Vogliamo concludere l’articolo di questa pagina, con una frase famosa del grande Picasso.

“L’arte scuote dall’anima la polvere accumulata nella vita di tutti i giorni.”
(Pablo Picasso)